Trattamenti – Be Yoga Studio

Il corpo umano non a caso è chiamato "strumento", il massaggiatore diventa l'artista e messi assieme, danno origine alla musica dei sensi.

I principi della Naturopatia furono utilizzati per la prima volta dalla Scuola di Medicina Ippocratica nel 400 a.C. circa. Il filosofo greco Ippocrate credeva nel vedere la persona nella sua globalità, nella ricerca di una causa di malattia e nell’usare le leggi della natura per indurre la cura.

E’ stato da questa originaria scuola di pensiero che la Naturopatia prende i suoi principi cardinali, che sono :

  • Il potere curativo della natura – la natura ha la capacità innata di guarire. Il naturopata risveglia le capacità innate naturali che sono depositate all’interno della nostra conscenza.
  • Identificare e trattare la causa – c’è sempre una causa di fondo, sia fisica che emotiva. Non tratta il sintomo ma ricerca le causa.
  • Non fare del male – un Naturopata non userà mai trattamenti che possono creare altre condizioni.
  • Trattare l’intera persona – nella preparazione di un piano di trattamento, vengono presi in considerazione tutti gli aspetti dell’essere umano.
  • Il Naturopata come educatore – un Naturopata autorizza il paziente ad assumersi la responsabilità della propria salute insegnando la cura di sé.
  • Prevenire è meglio che curare – un Naturopata può rimuovere sostanze e situazioni tossiche dallo stile di vita del paziente per prevenire l’insorgenza di ulteriori malattie.

Il naturopata in base a questi principi sceglie e personalizza il trattamento più indicato per i bisogni del cliente.

Dal libro ‘Naturopatia’ di Steven Langley

La Naturopatia, è sostenuta da un principio fondamentale – vis medicatrix naturaeil potere curativo della natura.

Questo concetto è stato espresso venticinque secoli fa, quando Ippocrate disse che la salute è l’espressione di un equilibrio armonioso tra le varie componenti della natura dell’uomo, l’ambiente e gli stili di vita – la natura è il medico della malattia.

L’uomo è parte della natura e dell’universo, e la salute si raggiunge vivendo secondo questo principio. L’armonia è promossa con una corretta alimentazione, trattamenti dell’acqua, riposo, sole e digiuno.

La medicina, la religione e la scienza sono intimamente legati e l’uomo è visto come un tutto – un essere fisico, mentale, emotivo e spirituale.

LE TIPOLOGIE DI TRATTAMENTI

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

La riflessologia è una tecnica che sfrutta il massaggio su punti specifici riflessi del corpo per ristabilire l’equilibrio energetico, rispettando in principi della Medicina Tradizionale Cinese.

-La riflessologia è una “cartina di tornasole” del corpo umano nelle sue componenti fisiche, emotive, mentali, istintuali, e mi consente di cogliere la valenza emotiva o fisica dei segni del corpo fisico oggettiva (estranea all’individuo).

-Nella fase di ascolto e al dialogo, la riflessologia mi permette di entrare in contatto con le informazioni del corpo tramite un canale non verbale, attraverso la reazione e la forma delle aree doloranti o che trasmettono segnali di disequilibrio. Successivamente, in fase di riequilibrio, il massaggio sui punti riflessi permette di sciogliere i nodi fisici, mentali ed emotivi in modo da trarne un benefico globale.

-La riflessologia interviene in tre ambiti principali: congestione, infiammazione e tensione. L’obiettivo è quello di eliminare gradualmente, durante le sedute, queste condizioni spesso interconnesse, riuscendo a ripristinare l’equilibrio sistemico dell’individuo.

REIKI

Il Reiki è una tecnica di riequilibrio energetico proveniente dal Giappone, ripresa da antiche pratiche e rielaborata da Mikao Usui nei primi del novecento. Reiki è l’unione di due parole: rei, universale, e Ki, ovvero “forza vitale”. Quando il Ki scorre in maniera corretta, l’essere umano è in salute e sereno, in pace con se stesso e con in connessione con l’universo. Quando un disturbo si manifesta, sotto forma di malessere fisico ed emotivo la causa di questo malessere è imputabile a un blocco energetico, e conferma che il respiro non scorre in modo fluido e naturale.

Il trattamento Reiki mira proprio a “riaprire” poli energetici del corpo attraverso l’imposizione delle mani e l’infusione di energia vitale da un soggetto sano,  “operatore olistico”, al ricevente, il quale potrebbe aver smarrito l’equilibrio energetico. Questo passaggio d’energia deve avvenire in un ambiente adatto, quieto e rilassato, e nonostante il tocco leggero dell’operatore accade qualcosa di profondo che, in molti casi, si registra a livello soprattutto emozionale, liberando definitivamente il blocco e permettendo al respiro di fluire liberamente.

MASSAGGIO PSICOSOMATICO

Ben-essere psicofisico ed interiore

I dolori e le emozioni che non riusciamo ad esprimere e manifestare completamente vengono trattenuti dal corpo che li trasforma in tensione fisica ed armature posturali. Con l’aiuto di tecniche di respiro e l’arte del tatto, permette l’allentamento delle tensioni fisiche e lo scioglimento dei blocchi emotivi, che impediscono la percezione del nostro sé corpo-mente, e la libera espressione delle nostre emozioni.

Le sedute di massaggio psicosomatico, iniziano con un ascolto attento della situazione energetica e delle reazioni somatiche in atto, per proseguire poi con dei tocchi che vadano ad individuare le zone dove agire e generare effetti di benessere diversificati. Si lavora sia  sulle reazioni neuro-muscolari, con massaggi volti al rilassamento, al controllo della respirazione e della postura. Si lavora a livello energetico ma anche emozionale, relazionale e di stimolo per la percezione di nuove realtà di benessere. Il lato biologico si intreccia con quello psichico per circa 40-50 minuti, in una seduta di massaggio psicosomatico completa.

KINESIOLOGIA

La kinesiologia è un metodo di anamnesi completo, per rispondere in modo specifico alla richiesta di aiuto del cliente.
Il metodo Kam-Kamad utilizza la Kinesiologia Applicata Mentale, per avere un immagine istantanea dell’individuo che vuole conoscere ciò che in lui è da riequilibrare. E’ come scattare una fotografia che mette in evidenza l’elemento di disturbo o ciò che in quel momento è più importante trattare.

Di conseguenza sarà facile conoscere la terapia più adatta e il più vicino possibile alla persona.

BIOENERGETICA

La bioenergetica è una disciplina olistica che scioglie i blocchi energetici e consente l’integrazione tra corpo e mente. Scopriamola meglio

La bioenergetica si definisce come una tecnica psicocorporea che utilizza modalità respiratorie, specifici esercizi fisici, posizioni e contatti corporei, associati a un’analisi psicosomatica e caratteriale del soggetto. La bioenergetica consente l’integrazione tra corpo e mente, aiutando il soggetto a sciogliere i blocchi energetici e i meccanismi difensivi creatisi a livello fisico e psico-emotivo, causa di molte inibizioni.

La bioenergetica si focalizza sul disturbo psicosomatico e sulla sua manifestazione fisica, ossia su fattori evidenti nell’aspetto corporeo, nella postura, negli atteggiamenti e negli automatismi.

Lo scopo della bioenergetica è quello di aiutare la persona a gestire specifici stati tensivi , come ansie ed attacchi di panico, a curare disturbi psicosomatici, sciogliere rigidità e contratture muscolari, amplificare la percezione del proprio corpo liberando la propria espressività, accrescere la consapevolezza di sé e la relazione con l’esterno, sviluppare un equilibrio sano e dinamico tra mente, corpo ed emozioni per godere la vita con maggiore pienezza.

Approfodisci…..

La bioenergetica è stata ideata da Alexander Lowen, allievo di Whilhelm Reich, padre storico delle terapie incentrate sul corpo. Stando a Reich, la capacità di desiderare e di godere viene spesso repressa da pressioni esterne e attraverso pressioni interne intrapsichiche, sotto forma di angoscia, inibizioni e blocchi. Queste modalità difensive sono costituite a livello fisico da rigidità corporee (corazza muscolare) e a livello psicologico da atteggiamenti caratteriali e dalla mancanza di contatto emozionale. Lowen, allievo di Reich, riprese il concetto di energia vitale e sviluppò la terapia bioenergetica,  servendosi di alcune posizioni fisiche in grado allentare le tensioni e i blocchi.

COPPETTAZIONE

Introdotta verso il II secolo d.C., la Coppettazione è una metodica molto utilizzata per la sua potente azione disperdente e mobilizzante che si addice molto alle algie da Freddo/Umidità o da Calore/Umidità e da traumi della schiena. La coppetta è costituita da un vasetto di vetro sterile, di vario diametro che viene applicata sulla cute in precisi punti di agopuntura o aree per l’effetto Vacum, generando un effetto di risucchio e scollamento che agisce come un massaggio connettivale localizzato sui punti dolenti o sui punti di agopuntura. Secondo la medicina tradizionale cinese la coppettazione aiuta il flusso del Qi, la nostra energia vitale che scorre nei meridiani del nostro corpo, che sono dei canali “invisibili”. Se il Qi non è ben bilanciato e ce ne è troppo o troppo poco, il nostro corpo si ammala, l’intento è proprio quello di ripristinare il livello di energia fra i canali energetici o meridiani.

MOXIBUSTIONE

La Moxa è una tecnica che apporta calore e energia tramite un sigaro preparato con l’Artemisia Vulgaris o assenzio comune, nota anche con il nome di “erba scacciadiavoli”, dalle proprietà antisettiche, antispasmotiche, espettorante. Un’altra peculiarità dell’artemisia è quella di irradiare, quando brucia, una temperatura di circa 500/600 gradi, terapeuticamente molto efficace. Il calore irradiato dalla pianta non fa altro che ripristinare il flusso ordinario dell’energia e del sangue nel corpo, ristabilendo l’equilibrio psico-somatico.

Questa tecnica permette di lavorare sul potenziamento dell’energia degli organi in deficit e permette di apportare calore in caso di malattie da freddo e da eccesso di umidità o muco.

TECNICHE DI SHIATSU SU LETTINO (metodo Makeshi)

-La tecnica Makeshi propone un nuovo metodo di lavoro, personalizza l’utilizzo delle tecniche tradizionali shiatsu, rielaborando le “Intenzioni e le Attenzioni”.

-Lo shiatsu sul lettino offre tecniche e possibilità di manovra che sul futon non possono essere eseguite, con il vantaggio che si può applicare a tutte quelle persone che non possono mettersi a terra. Il trattamento viene eseguito direttamente sulla pelle non da vestiti come di solito viene eseguito quando lo si fa a terra, permettendo all’operatore di essere più sensibile, intuitivo e spontaneo nell’eseguire le manualità e pressioni sul percorso dei meridiani energetici.

-Applica una modalità di lavoro che agisce in modo mirato su tre livelli: il fisico, il funzionale energetico e il mentale, separando e riunendo alternativamente questi tre livelli, le quali verranno applicate in modo differenziato con tre tipi di tocco, tre livelli di pressione e tre intensità di lavoro.

Il massaggio come “tocco di vita”,ti risveglia la capacità di sentire vita che score dentro di te, aiutandoti ha spogliarti delle pesantezze di essa per poi rivestirti di una leggerezza nuova.

Operatrice Olistica

Barbara Parrini

Vuoi saperne di più sui nostri trattamenti?

Scrivi una mail a info@beyoga-studio.com oppure contatta direttamente Barbara tramite telefono +39 347 4972547, mail barbara.parrini@hotmail.it o utilizzando il form sottostante.

Se invece vuoi saperne di più sulla nostra operatrice olistica, consulta la pagina dedicata a Barbara