COME SCEGLIERE LO STILE DI YOGA PIÙ ADATTO A TE? – Be Yoga Studio

COME SCEGLIERE LO STILE DI YOGA PIÙ ADATTO A TE?

La varietà degli stili di Yoga è uno degli argomenti che più spesso disorienta i principianti o coloro che vorrebbero iniziare, ma non sanno da che parte farsi. Il web è pieno di approfondimenti di ogni genere: dai test “scopri che stile di Yoga sei” ai diagrammi e schemi sulle differenze principali tra stili. E anche qui ci si può sbizzarrire largamente: ci sono le differenze tecniche, di velocità del movimento e dell’esecuzione, la divisione tra cosa è tradizionale e cosa non lo è, i così detti metodi autentici e gli altri più creativi. Per non parlare della annosa discussione tra cosa è “Il vero Yoga”, parole che spesso riempono la bocca degli stessi insegnanti, ad esempio considerando tale solo ciò che proviene o viene diffuso da specifiche famiglie indiane. Poi si arriva alla scuola americana, quella nord-europea, quella dell’India del Nord, dell’India del Sud e la mecca..Mysore.

Se ho aumentato la confusione nella vostra testa ho centrato il mio scopo, perché questo è quello che effettivamente emerge se provi a fare questa ricerca sul web.

Per me tutto si risolve con due semplici, ma fondamentali, dati di fatto:

La disciplina Yoga non è definita da nessun nome più o meno alternativo, è piuttosto una grande grandissima famiglia, che come tale propone metodi e possibilità adatte a tutti. Senza nessun bisogno di rientrare in uno schema o nella definizione di “vero, autentico o corretto”. In certi casi prevede l’esecuzione di posizioni fisiche, magari concatenate da sequenze dinamiche; in altri casi è meditazione, pratica respiratoria o canto di mantra. Anche nel caso dello studio di testi antichi e nella ricerca personale in questo mare magnum si tratta sempre di Yoga. E questi sono solo alcuni esempi. Convengo che sia l’attitudine a definire qualcosa più o meno yogico.

Lo stile di Yoga adatto a te è quello che ti fa stare bene, che ti fa progredire nel tuo personale cammino, che in quanto tale prevede tanti passi e mete intermedie diverse. Quindi è naturalmente plausibile che lo stile più adatto a te possa cambiare negli anni, che ciò che ti fa bene ora non sarà la stessa cosa che ti servirà tra qualche mese o anno. Sarà sempre Yoga, ma magari cambierà tecnicamente o nella modalità di usare il corpo e la mente.

Personalmente trovo molto strano il contrario: colui che per numerosi anni pratica sempre e solo lo stesso stile. Da praticante io ho il bisogno di variare le mie pratiche; da persona ricca di sfaccettature diverse, che ha scelto lo Yoga come chiave quotidiana, mi sono sempre concessa di sperimentare tanti stili – arrivando infine a insegnarne vari, proprio perché nella loro complementarietà ho trovato il mio “tutto”.

Le scuole propongono più stili proprio per rispondere alle esigenze di più persone possibili, ma sono convinta che nessun insegnante o addetto alla reception ti potrà dire qual è lo stile giusto per te. Anche e soprattutto perché spesso ci conosciamo così poco che non abbiamo proprio idea di cosa necessitiamo.

Se puoi datti la possibilità di sperimentare, di provare più classi, più stili. Prova anche lo stesso stile con insegnanti diversi, perché l’insegnamento fa quasi sempre la differenza.
Fidati del tuo istinto nel momento in cui ti senti attratto da uno stile specifico, ma resta aperto a cambiare idea. Potresti finire per preferire uno stile, anche constatandone i benefici fisici, per poi scegliere di praticare per mesi, se non anni, con l’insegnante giusto per te che insegna lo stile che avevi sempre evitato!

Melania

Leave a comment

1 × 4 =